Pastiera Napoletana

La pastiera è un dolce tipico napoletano, è tipo una crostata con grano, ricotta e canditi, particolarmente aromatica e molto molto buona, solitamente viene preparata nel periodo pasquale, ma io la propongo per qualsiasi periodo dell’anno.

RICETTA PASTIERA NAPOLETANA

INGREDIENTI PER LA PASTA FROLLA
500 gr di farina
300 gr di burro a temperatura ambiente
200 gr di zucchero
4 tuorli d’uovo
1 limone

INGREDIENTI PER IL RIPIENO
250 gr di grano cotto
350 gr di ricotta fresca
350 gr di zucchero
2 uova intere<

br />2 tuorli d’uova
200 ml di latte
30 gr di burro
1 bustina di vanillina (o 1 bacca di vaniglia)
30 gr di burro
1 limone
1 cucchiaino di cannella
100 gr di canditi misti (limone, arancia, cedro)
25 ml di acqua di fiori d’arancio

PROCEDIMENTO PER LA PASTA FROLLA

Disporre la farina a fontana sul piano di lavoro
Disporre al centro il burro a temperatura ambiente tagliato a pezzi
Unire lo zucchero e impastare
Aggiungere i tuorli e lavorare l’impasto cercando di non far sciogliere il burro
Unire la farina un po alla volta, cercando di non impastare ma compattare l’impasto.
Formare un panetto, schiacciarlo leggermente, avvolgere nella pellicola trasparente e riporlo in frigo per un’ora.

PROCEDIMENTO RIPIENO

In un pentolino aggiungere il grano, il latte, la buccia di un limone ed il burro.
Portare ad ebollizione e lasciar cuocere finchè non diventa crema (circa 10 minuti) mescolando spesso con un cucchiaio di legno.
In un recipiente aggiungere la ricotta (ben asciutta), lo zucchero, le uova e i tuorli, la cannella, l’acqua di fiori d’arancio, la vanillina e i canditi.
Frullare il tutto con un frullatore ad immersione
Aggiungere la crema con il grano e lasciar raffreddare il composto.

PROCEDIMENTO PASTIERA

Prendere la frolla dal frigo ormai leggermente indurita e sbattere il mattarello sulla frolla per farla ammorbidire evitando di lavorarla con le mani
Distenderla sulla carta da forno
Trasferire la frolla in una tortiera bassa del diametro 26 cm imburrata
Tagliare con precisione l’eccesso e conservare per le losanghe
Mettere il ripieno sulla pasta frolla, senza sbordare.
Stendere l’impasto di frolla rimasto e tagliare delle striscie di 2 cm di diametro
Attaccare le losanghe sui bordi della pastiera, tagliando via l’eccesso.
Infornare in forno statico preriscaldato a 180° per circa 1 ora e 30, controllando la cottura (dovrà risultare scura)

Lasciar raffreddare e servire

Il mio consiglio: Servire il giorno seguente. 

Per questa ricetta ho usato la farina Sèbon Mulino Padano

Precedente Crespelle con funghi, ricotta ed emmental Successivo Torta Mocaccina di Ernst Knam